Zuppa di verza e menta

Zuppa di verza e menta

Come scrivevo qui , il mio approccio alla cucina potrebbe essere considerato un antiMasterchef, o un MasterChef dei poveri (o dei savi, a seconda dei punti di vista 🙂 ). Lo dimostra questa ricettina veramente facilissima e con ingredienti semplici e di facile reperibilità. Il ritorno di temperature bassine fa tornare la voglia di qualcosa di caldo, ecco quindi l’occasione buona per una bella zuppa!

Zuppa di verza e menta

Ingredienti

  • 4 o 5 foglie di verza (vanno benissimo quelle più esterne, la zuppa non teme le foglie coriacee, salvatele dal bidone e usatele in cucina… non discriminatele!)
  • mezza cipolla rossa
  • mezza carota (la carota nelle zuppe e minestroni per i miei gusti ha un sapore troppo deciso che tende a sovrastare gli altri sapori, da usare con moderazione)
  • una patata
  • foglie di menta fresca (si trovano nei fossi e in zone ombrose, meglio se lontane da strade trafficate…)
  • uno spicchio d’aglio
  • olio evo per soffriggere
  • acqua
  • sale

Procedimento

Lavare le foglie di verza e tagliarle a listarelle sottili. Affettare la cipolla, anch’essa a fette sottili. Sbucciare lo spicchio d’aglio e tritarlo con le foglioline di menta. Versare olio in una pentola capiente e mettere a rosolare aglio, menta, cipolla e versza. Aggiungere la carota tagliata a pezzettini e la patata, sbucciata e fatta a quadrotti. Salare (e pepare, se gradite) e aggiungere acqua bollente fino a ricoprire le verdure. Lasciar cuocere a fuoco lento fino a quando le patate e i pezzi di verza più grossettini non siano cotti, dovrebbe essere sufficiente una mezz’oretta scarsa.

Buon appetito!